Nuove regole per i cimiteri

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print
  • Le proposte di Reggini Auto

  • Sepolture anche per i non cattolici e possibilità di far cremare il corpo e disperdere le ceneri al vento
    SAN MARINO – Maggiori regolamentazioni per le disposizioni cimiteriali in Repubblica: molte le novità che emergono nel progetto di legge di polizia mortuaria a partire dalla libertà di culto, con la divisione dei cimiteri in aree destinate a persone non cattoliche, e la possibilità della cremazione del corpo con la costruzione di nicchie cinerarie.

    Il testo della legge, condiviso in via generale da maggioranza e opposizione, è stato approvato all’unanimità dalla commissione Affari Interni questa mattina.

    Le concessione degli spazi per il “caro estinto” dureranno 40 anni per il loculo individuale stagno, rinnovabili per quattro volte per un decennio; e 10 anni per i loculi areati, rinnovabili per altri 10. Per ossari e nicchie la concessione ha invece validità ventennale.

    Per procedere con la cremazione sarà necessaria la volontà espressa chiaramente dal defunto o dai suoi famigliari e le ceneri potranno essere disperse all’aperto, in particolari condizioni. Fino alla costruzione di un impianto specifico o alla stipula di convenzioni con Enti di cremazione, lo Stato rimborserà le spese necessarie fino a un totale di 1.000 euro.

    www.romagnanoi.it