Onorificenza a Mons. Negri oggi dalle mani di S.E. Fabrizio Santurro

  • Le proposte di Reggini Auto

  • Sarà l’Ambasciatore d’Italia presso la Repubblica di San Marino, S.E. Fabrizio Santurro a conferire oggi, martedì 13 gennaio, alle ore 17,30, le insegne dell’Ordine della Stella della Solidarietà Italiana (O.S.S.I.) a Mons. Luigi Negri, Vescovo della Diocesi di San Marino-Montefeltro. Il riconoscimento è stato concesso dal Presidente della Repubblica Italiana, Giorgio Napolitano, su proposta del Ministro agli Affari Esteri, agli italiani che si sono distinti, all’estero, per la loro italianità e che “abbiano specialmente contribuito alla ricostruzione dell’Italia del dopoguerra”. Questa la motivazione del conferimento dell’Onorificenza che sarà letta dall’Ambasciatore Santurro: “ S.E.R. Mons. Luigi Negri,  cittadino italiano, Vescovo di San Marino-Montefeltro, è persona, come si evince, anche dal suo curriculum vitae, fortemente impegnata nella vita pastorale e sociale. Il suo impegno è motivato non solo dalla sua vocazione, ma anche da uno spirito di servizio a favore della scuola e dei giovani. In tale veste, mi piace ricordare, che è stato il primo Presidente diocesano di Gioventù Studentesca, quando Don Giussani era insegnante di religione del Liceo Berchet di Milano. In quelle aule, nel 1957, ebbe luogo il suo primo incontro con il fondatore di Comunione Liberazione, di cui rimase uno dei più stretti collaboratori e sulla cui scia si è posto in maniera responsabile e pro-attiva. Come docente ha speso gran parte delle sue energie per promuovere, a livello scolastico nazionale, criteri autentici di libertà di educazione e di insegnamento. Ha sempre preso coraggiosamente posizione sui temi di maggiore attualità, affermando, nell’affrontare anche le questioni più controverse, uno spirito di non ingerenza nei rapporti con lo Stato ma anche di non rinuncia al magistero morale della Chiesa. E’ Presidente della Fondazione Internazionale Giovanni Paolo II, che ha sede nella Repubblica di San Marino. Tra le finalità della Fondazione, vi è la diffusione della dottrina sociale della Chiesa, che ha avuto in Giovanni Paolo II, uno straordinario interprete. Merita ampiamente l’onorificenza proposta”.

     
    Ufficio Stampa e Comunicazioni Sociali

    Diocesi di San Marino-Montefeltro

    Comunicato Stampa