Parigi, profugo accoltella il maestro: “Sono dello Stato islamico”

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print
  • Le proposte di Reggini Auto

  • GendarmerieIl profugo indossava una lunga tunica bianca e un passamontagna. Ha urlato: “Sono dell’Isis, questo è solo un avvertimento”. Poi ha accoltellato un maestro.

    Sono un miliziano dello Stato islamico, questo è solo un avvertimento”.

    Poi ha tirato fuori un coltellaccio e gli ha tirato un fendente che lo ha lasciato a terra agonizzante. Un insegnante di Aubervilliers, banlieue a nord-est di Parigi, è stato aggredito da un profugo che indossava una lunga tunica bianca e un passamontagna per travisargli il volto.

    Una nuova aggreggione che porta l’infame marchio dell’Isis fa ripiombare Parigi e la Francia nell’abisso del terrorismo islamico. L’ultimo teatro dell’orrore è una scuola materna pubblica, la “Jean Perrin” di Aubervilliers, che si trova nella Seine-Saint-Denis. Il maestro, che al momento dell’aggressione si trovava da solo in classe e si preparava ad accogliere i bambini, è stato ferito prima con un coltello, poi con un taglierino. Nonostante le numerose coltellate non è in pericolo di vita. L’antiterrorismo ha aperto un fascicolo per tentato omicidio legato ad associazione per delinquere con scopi terroristici.