PRESIDENTE E GRUPPO CONSIGLIARE PSD SCRIVE A GATTI PER PRES. BANCA CENTRALE

  • Le proposte di Reggini Auto

  • Il Presidente del Gruppo Consiliare dei Socialisti e dei Democratici Claudio Felici ha consegnato nel pomeriggio di oggi al Segretario di Stato per le Finanze ed il Bilancio Gabriele Gatti una lettera dal seguente tenore:

     

    “Illustre Segretario di Stato,

     

    in considerazione del delicato e preoccupante momento che sta attraversando il Paese, in relazione alle difficoltà del sistema bancario e finanziario e più in generale del complessivo sistema di rapporti della Repubblica di San Marino con la Repubblica Italiana,

     

    vista la rilevante importanza che assume oggi la nomina del Presidente della Banca Centrale, in quanto presidio, tutela e garanzia dell’intero sistema bancario e finanziario e delle relazioni bilaterali e multilaterali ad esso riferite,

     

    rilevata la sensibilità che anche le rappresentanze delle categorie economiche e sociali oltre a quelle politiche hanno espresso anche recentemente circa la necessità di raggiungere rapidamente e senza ulteriori tentennamenti tale obiettivo,

     

    tenuto conto dei ritardi e di difficoltà di varia natura che tale nomina ha già subito, ritardi e difficoltà che oggi consigliano e giustificano ulteriormente una decisione tempestiva in tal senso,

     

    facendo presente che proprio a questo proposito, all’interno dell’ultima seduta dell’Ufficio di Presidenza del Consiglio Grande e Generale, i rappresentanti consigliari delle gruppi di opposizione hanno proposto e ottenuto che il comma relativo a tale nomina fosse anticipato quanto possibile,

     

    confidando di trovare corrispondenza di opinione con Lei sulla considerazione che la nomina del Presidente della Banca Centrale della Repubblica di San Marino dovrà assicurare il massimo di autorevolezza, di riconoscibilità e di competenza, e che tali obiettivi potranno essere tanto più assicurati quanto maggiore sarà la condivisione tra le varie rappresentanze consiliari, politiche ed economiche sulla scelta del candidato a tale prestigioso incarico,

     

    a nome del Gruppo Consigliare dei Socialisti e dei Democratici le richiedo se Lei, come rappresentante del Congresso di Stato competente per delega specifica, riterrà, come vivamente auspichiamo, di attivare ambiti di confronto e consultazione con le diverse rappresentanze consiliari delle coalizioni di maggioranza e di opposizione, nelle modalità e nei tempi da definire entro le scadenze già fissate dall’ordine del giorno della prossima seduta consiliare, al fine di raggiungere quella condizione allargata e condivisa di responsabilità e di senso dello Stato che, a nostro parere, il Paese, ancor più in un momento di complessità così particolare come il presente, si attende dalle istituzioni e dalla politica.

     

    Nel confermarle la mia disponibilità e quella dell’intero gruppo consiliare che rappresento circa lo svolgimento del confronto che confidiamo potrà essere accolta,  le formulo cordiali saluti.”