Sabato notte a DOMAGNANO i sanitari sono stati costretti ad affrontare un’emergenza sanitaria di un coma etilico, di una ragazza che a malapena ha superato la maggiore età.

  • Le proposte di Reggini Auto

  • Un altro caso dei tanti affiorati nella cronaca di questi ultimi giorni, purtroppo, che vede lo sballo infinito fino a rasentare o qualche trovare la morte.
    La ragazza già nota da tempo alle forze dell’ordine e con un conto aperto con la giustizia da quanto sembrerebbe emergere, Sabato notte ( o meglio Domenica mattina) si è accasciata a terra improvvisamente ed è stata soccorsa tempestivamente dai sanitari.
    Non si hanno notizia sul suo attuale stato di salute, non resta che sperare in una guarigione e l’augurio che dal fondo questa persona possa rialzarsi.
    Questo è un caso isolato? Forse, o forse no!
    Il problema delle devianze giovanili va affrontato e prontamente, non basta risolvere il problema organizzando il pulmann che porta i nostri figli nelle discoteche rivierasche, ancora più inutile invocare l’apertura di discoteche a san Marino ( anche se ultimamente ne sono nate 2) se non sono frequentate o “non c’è mercato”.
    Il problema va affrontato alla base chiedendosi perché succedono queste cose, che mi dicono inizino a diffondersi fin dalle scuole medie. Capire se questo avviene per noia o per mancanza di affetti da parte delle persone care.
    Occorre anche punire per educare, un errore eliminare la commissione tossicodipendenza nel 2000.
    Occorre fare rispettare le leggi che ci sono, è vietata la vendita di superalcolici ai minori, questa regola è rispettata?
    Recentemente Mons. Tonini ha tenuto una conferenza a San Marino per parlare di queste tematiche, una conferenza in un posto tanto bello, quanto irraggiungibile, una conferenza priva dei diretti interessati.
    Nessuno ha la bacchetta magica e le soluzioni in tasca, questa è una battaglia che difficilmente si vince al 100%, ma si deve lavorare solo per limitare il più possibile i danni.
    Segretario porti i giovani a San Patrignano, a parlare con chi sta uscendo dal tunnel, oppure come vi mostrerò in quest’articolo è uscita recentemente una campagna shock contro l’abuso delle bevande alcoliche.
    Una comunicazione semplice: mostrare quanto si è ridicoli da ubriachi!!!