San Marino. “Annullata la confisca del Cristo ligneo”

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

La telenovela del Cristo ligneo attribuito a Michelangelo, chiuso da tempo nella cassaforte di una banca sammarinese, si arricchisce di una nuova puntata. Venerdì l’ultimo colpo di scena con il quale la Cassazione, la terza sezione penale, ha annullato il provvedimento di confisca del Tribunale di Rimini. A raccontarlo a Repubblica Sm l’avvocato Francesco Ciabattoni che ha spiegato: “Quest’estate a seguito della confisca del Tribunale di Rimini ho presentato un ricorso molto impegnativo e venerdì ho letto la sentenza della Cassazione che ha annullato quel provvedimento di confisca. Non dico che questo risolva tutti i problemi ma sicuramente siamo sulla strada giusta. Ancora non ho avuto modo di leggere le motivazioni e dunque non so dire se gli errori rilevati sono di tipo procedurale o di tipo sostanziale. Bisogna anche vedere le intenzioni del Tribunale di San Marino, quando il procuratore si è attivato per potere acquisire l’opera il commissario della legge non lo ha consegnato sulla base del principio che due stati riconoscono un provvedimento solo quando c’è corrispondenza tra i due ordinamenti, lo stato italiano ha applicato la confisca senza la presenza di un rinvio a giudizio o di una condanna penale, San Marino non mi pare contempli questa possibilità”.

Repubblica Sm

  • WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com