San Marino. Canti (Dc) svela cosa c’è dietro la vicenda parcheggi e la monorotaia

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

I fari si sono riaccesi ieri sulla monorotaia, progetto nato sulla pianta di un sogno del segretario Michelotti. A tornare sull’argomento è stata la stampa locale, più informata di tanti consiglieri della Repubblica che tanto per rimanere in tema sono caduti dalle nuvole. Ne abbiamo parlato con il consigliere del Pdcs Stefano Canti. “Lascia senza parole la lettura di quanto emerso sul progetto della monorotaia specie perché esso non figura assolutamente nel piano strategico del piano regolatore. Dunque mi chiedo se ci sia l’intenzione di riaprire il piano strategico appena chiuso. Inoltre devo dire che di un progetto così impattante non si è mai discusso nella commissione competente, la Cpt. Del resto sapevamo che Michelotti fosse maestro della trasparenza e della chiarezza, alle domande non risponde mai”. Poi entrando nel merito dei costi del progetto: “Da quanto dichiarato alla stampa capiamo perché il governo ha portato un emendamento in finanziaria per togliere alla Sinpar la gestione dei parcheggi. L’obiettivo non è infatti quello di riprenderne la gestione ma quello di ridarli in gestione a un gruppo di privati che porterà avanti il progetto della monorotaia. Alla faccia della trasparenza. E con costi per la revoca della convenzione che c’è da credere potrebbero ammontare a decine di milioni di euro”.

Repubblica Sm

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com