San Marino. Il giudice ALBERTO BURIANI INDAGATO PER CORRUZIONE. Fondamentali le dichiarazioni di D’Addario in Commissione d’Inchiesta Banca Cis pubblicate su GiornaleSM

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print
  • Le proposte di Reggini Auto

  • Gira la voce nel paese che il giudice Alberto Buriani, fresco di reintegro dopo il primo sindacato, sia indagato per CORRUZIONE dal Tribunale di San Marino. Oltre a questo procedimento si dice che i procedimenti siano diversi.
    Fondamentale per l’apertura del procedimento, dicono, siano state le dichiarazioni rese davanti alla Commissione d’Inchiesta Banca Cis, in particolare quella di Federico D’Addario, pubblicata anche su GiornaleSM. In tale deposizione D’Addario dice che avrebbe sentito una telefonata di Daniele Guidi ove ordinava a qualcuno l’arresto di Claudio Podeschi. La magistratura ritiene che quel qualcuno possa essere proprio Alberto Buriani, che già la Commissione di inchiesta stabili che fosse strettamente legato a Guidi ed ad altri membri del “Gruppo Grandoni”.

    Il reato di corruzione comporta che chi la compie offra un beneficio a chi l’accetta, in questo caso il Tribunale starà sicuramente indagando se Buriani abbia o meno avuto un vantaggio. Non avendo la documentazione del caso non possiamo essere piu’ precisi, comunque in futuro, se ne entreremo in possesso, pubblicheremo tutti i dettagli.

    Per ora risentiamo attentamente l’audio della deposizione di Federico D’Addario in Commissione d’Inchiesta Banca Cis.

    San Marino. Commissione d’Inchiesta BANCA CIS. D’Addario#8: ”Daniele Guidi urlava al telefono ARRESTALO! te lo dico io!”

    San Marino. Commissione d’Inchiesta Banca Cis. La deposizione di Federico D’Addario (audio)