San Marino. Prime reazioni all’ordinanza Cis, il Ps disgustato: “Trasversalità politica, amministrativa ed imprenditoriale”

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print
  • Le proposte di Reggini Auto

  • COMUNICATO STAMPA DEL PARTITO SOCIALISTA

    Nella maggior parte dei casi sembrerebbe un motto consolatorio ma, talvolta, la coerenza premia. Dai primi stralci dell’ordinanza che riguardano le recenti indagini su Banca CIS ed il “mondo” ad essa collegato emerge uno spaccato – in termini di trasversalità politica, amministrativa ed imprenditoriale – su cui non serve proferire ulteriori commenti. Si contano sulle dita di una mano, ma poi neanche, le forze che hanno mantenuto una posizione di coerente contrasto rispetto a questo assetto di potere a partire dai vertici di BCSM oggetto di attenzione.
    Le altre o lo hanno sdoganato sin da subito, lo hanno subito altre ancora dopo averlo osteggiato lo hanno invece accarezzato.

    Il Partito Socialista orgogliosamente non rientra in nessuno di questo casi. Forti di questo lavoreremo per cercare convergenze con il Paese attraverso una proposta di alternativa di emergenza ed esternarla pubblicamente. Riunendo chiunque voglia creare un’alternativa a questo governo e a questo metodo di fare politica basato su una mera spartizione di potere e di poltrone. Puntando ad un tangibile cambiamento, non i soliti slogan, ma al contrario sia mezzo per contrastare qualsiasi tipo di potentato e di denuncia delle storture e delle commistioni tra politica e lobby economiche. E’il solo ed unico modo per fare venire allo scoperto quel doppiogiochismo trasversale che ha trasformato la politica sammarinese in una palude.

    Ufficio stampa del Partito Socialista