Scempio di alberi in Via Paolo Terzo. Michelotti scarica la colpa anche sulla giunta di Castello, a guida Beccari, che ha approvato l’abbattimento.

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print
  • Le proposte di Reggini Auto

  • Ecco cosa scrive nel suo ultimo comunicato stampa

    ”– dall’Ufficio Per L’Edilizia con pratica Prot. CON/9967 delibera n. 48 del 27 giugno 2017. “VISTA LA DELIBERA DEL CONGRESSO DI STATO N.18 DEL 18/04/2017, VISTO IL PARERE DELLA COMMISSIONE PER LE POLITCHE TERRITORIALI IN DATA 14/03/2017 N.4, VISTO IL PARERE DELLA GIUNTA DI CASTELLO IN DATA 25/10/2016, VISTO IL PARERE DELL’UFFICIO PROGETTAZIONE IN DATA 04/11/2016, VISTO IL PARERE DELLA COMMISSIONE CONSERVAZIONE MONUMENTI IN DATA 01/02/2017, VISTO IL PARERE DELL’UFFICIO GESTIONE RISORSE AMBIENTALI ED AGRICOLE IN DATA 24/05/2017, SI APPROVA L’INTERVENTO DI RIQUALIFICAZIONE DI VIA PAOLO III A SAN MARINO. SI INVIA ALLA SEGRETERIA DI STATO PER IL TERRITORIO E AMBIENTE PER OPPORTUNA CONOSCENZA.”

    Inoltre, l’avvio dell’intervento, era già stato presentato e condiviso nell’Aprile 2018, alla presenza della Giunta di Castello, delle Associazioni di Categoria, dei rappresentanti dei Residenti e del Liceo, tant’è che proprio per venire incontro alle richieste pervenute in questo incontro, l’inizio dei lavori è slittato da Giugno 2018 a Marzo 2019. Le uniche osservazioni pervenute riguardavano per lo più l’impatto sulla viabilità e i posti auto per la durata del cantiere. Nessun particolare accenno era stato rivolto all’abbattimento delle alberature.”