Scempio in Paolo Terzo. La cittadinanza deve sapere i nomi di chi, ai vari livelli, ha approvato l’abbattimento degli alberi

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print

Seguendo quanto ha scritto Michelotti nel rabbioso comunicato stampa tireremo fuori tutte le autorizzazioni con tanti di nome e cognome dei membri che hanno votato l’uccisione degli alberi in Via Paolo Terzo. La cittadinanza deve sapere, oltre a Michelotti, chi sono i responsabili di questo gravissimo atto. Ecco cosa scrive Michelotti:

”ll progetto di riqualificazione ha ricevuto le relative autorizzazioni dalle Commissioni al quale è stato sottoposto per legge. In particolare è stato autorizzato:

– dal Comitato Tecnico Scientifico con delibera n. 02/2017 della seduta del 7 marzo 2017;

– dalla Commissione per le Politiche Territoriali con delibera n. 4 del 14 marzo 2017 “La Commissione per le Politiche Territoriali, sentito il riferimento del responsabile del progetto, visti i pareri favorevoli della Giunta di Castello prot. 367-PU-2016, dell’AASLP prot. 2016/5641 in data 04/11/2016, della Commissione per la Conservazione dei Monumenti e degli Oggetti d’Antichità e d’Arte delibera n.841 in data 01/02/2017, visto il progetto di riqualificazione pedonale di via Paolo III, dopo ampio dibattito, a maggioranza autorizza il medesimo”

– dall’Ufficio Per L’Edilizia con pratica Prot. CON/9967 delibera n. 48 del 27 giugno 2017. “VISTA LA DELIBERA DEL CONGRESSO DI STATO N.18 DEL 18/04/2017, VISTO IL PARERE DELLA COMMISSIONE PER LE POLITCHE TERRITORIALI IN DATA 14/03/2017 N.4, VISTO IL PARERE DELLA GIUNTA DI CASTELLO IN DATA 25/10/2016, VISTO IL PARERE DELL’UFFICIO PROGETTAZIONE IN DATA 04/11/2016, VISTO IL PARERE DELLA COMMISSIONE CONSERVAZIONE MONUMENTI IN DATA 01/02/2017, VISTO IL PARERE DELL’UFFICIO GESTIONE RISORSE AMBIENTALI ED AGRICOLE IN DATA 24/05/2017, SI APPROVA L’INTERVENTO DI RIQUALIFICAZIONE DI VIA PAOLO III A SAN MARINO. SI INVIA ALLA SEGRETERIA DI STATO PER IL TERRITORIO E AMBIENTE PER OPPORTUNA CONOSCENZA.”

Inoltre, l’avvio dell’intervento, era già stato presentato e condiviso nell’Aprile 2018, alla presenza della Giunta di Castello, delle Associazioni di Categoria, dei rappresentanti dei Residenti e del Liceo, tant’è che proprio per venire incontro alle richieste pervenute in questo incontro, l’inizio dei lavori è slittato da Giugno 2018 a Marzo 2019. Le uniche osservazioni pervenute riguardavano per lo più l’impatto sulla viabilità e i posti auto per la durata del cantiere. Nessun particolare accenno era stato rivolto all’abbattimento delle alberature.”

 

WP Facebook Auto Publish Powered By : XYZScripts.com