Telenet: Velocità, sicurezza, affidabilità. Le banche del Titano su rete Telenet

  • Le proposte di Reggini Auto

  • La salute delle banche sammarinesi è buona. Dodici istituti di credito, 61 sportelli, depositi per 14miliardi e mezzo di euro. Tra loro c’è chi affronta le nuove sfide di un mercato finanziario sempre più difficile, investendo in quanto di meglio offrono al sistema bancario le nuove forme di telecomunicazione (TLC) con  l’obiettivo di offrire alla clientela servizi migliori, più veloci, affidabili, sicuri e riservati.

     

    E’ quanto hanno fatto dall’inizio d’Ottobre le due più importanti banche del Titano, Banca Agricola Commerciale  e Cassa di Risparmio, attivando i collegamenti alla nuova rete TLC Telenet. Un sistema in grado di fare interagire in tempo reale, con il sistema informativo della banca, ognuna delle filiali e dei singoli operatori allo sportello. Risultato: servizi più rapidi per chiunque chieda un documento, debba firmare un contratto o semplicemente verificare lo stato del proprio conto corrente. Non è un traguardo da poco. Lo spiega con chiarezza Pier Paolo Fabbri, direttore generale di Banca Agricola e presidente di ABS, l’associazione bancaria sammarinese: ”Liberare i nostri operatori da alcune incombenze amministrative, così come rendere loro accessibili tutte le informazioni e i dati necessari a compiere un’operazione, significa avere più tempo da mettere a disposizione del cliente, rispondere alla sue domande, trovare le soluzioni migliori per soddisfare le sue richieste. Ci consente di focalizzare meglio le nostre attività, insomma, di essere più banca”.

     

    Da quest’esigenza è nata la scelta di utilizzare la rete Telenet, dal 2000 la prima compagnia telefonica interamente Sammarinese ad operare sul mercato, per dare il via a questo nuovo modo di proporsi al cliente. Concetto espresso con chiarezza da Vladimiro Renzi, vicedirettore generale della Cassa di Risparmio: : “Una buona banca si qualifica sempre di più per la qualità dei servizi che offre, mettendo a disposizione evoluzione tecnologica a supporto di un miglior rapporto con la clientela E’ competitiva se sa aggiornarsi e offrire prodotti nuovi e al passo con i tempi. Lo abbiamo fatto in passato con la carta sanitaria di tutti i cittadini di San Marino, lo facciamo oggi con l’home banking per le aziende e il welly per i privati, lo stiamo facendo oggi anche grazie alle opportunità offerteci dai servizi NGN (new generation network) di Telenet.”  

     

    Fabbri e Renzi sottolineano anche significato imprenditoriale e valore strategico del progetto: “E’ la dimostrazione di come in Repubblica esista un polo tecnologico avanzato, dotato di forte know how, in grado di operare sugli standard più avanzati. Dimostra come sia possibile fare sistema sul nostro territorio, cioè mettere insieme realtà finanziarie, d’impresa e di TLC per aumentare la nostra massa critica e la nostra competitività.”

     

     

    “La rete che Telenet ci mette a disposizione è allo stato dell’arte, ridondante, con elevata disponibilità di banda, ma soprattutto è punto-punto – spiega Rino Frascaroli, direttore generale SSIS (Società servizi informatici sammarinese) – si sviluppa  tutta internamente a San Marino con un controllo assoluto del percorso dei dati,  che ove necessario vengono anche crittografati. Questo innalza notevolmente i livelli di sicurezza, riservatezza, affidabilità”.

     

     

    Aspetti tutt’altro che secondari di fronte al crescere del crimine informatico e alla necessità di proteggere dati sensibili come quelli sulla vita economica di una persona o di un’azienda. “Tra l’altro a San Marino le norme sulla privacy richiedono agli operatori finanziari specifiche garanzie di tutela del segreto bancario – ricorda Fabbri e la scelta di operare con connessioni punto-punto risponde in pieno anche agli obblighi di legge.” Insomma, certezza che nessuno sbirci nel nostro conto per sapere come e quanto spendiamo in casa nostra, meno code allo sportello, ma soprattutto rapporto con la banca semplificato.

     

    Infatti, Banca Agricola, Cassa di Risparmio e SSIS, stanno già studiando nuovi applicativi software che rendano sempre più comprensibili e facilmente fruibili ad ogni cliente i documenti bancari. Solo pochi dati, semplici e chiari da interpretare. “La nostra missione è offrire alle banche servizi informatici, software, applicativi, strumenti per sollevarli da quanto li distoglie dalla loro missione finanziaria e economica – conclude Massimo Fabbri, direttore tecnico di SSIS – la nostra azienda è nata per questo, creiamo risposte concrete ai bisogni di chi è in partnership con noi. La scelta della rete Telenet è uno degli strumenti che ci consente di farlo.”

     

     

     

    Ufficio Stampa Telenet