Tribuna – Daniel Giacomini su Craxi: ”la sua smisurata voglia di rivalsa contro il PCI lo ha portato alla rovina”

  • Le proposte di Reggini Auto

  • Penso che Craxi sia stato un grande politico, anche un modernizzatore – con intelligenza di molto superiore alla media di allora (non parliamo di adesso ) e insigne statista con grandi attributi – Certamente è stato un capro espiatorio, nel senso che ha pagato più di tutti per un sistema deteriorato – ma è mia opinione che il sistema corrotto non sia stato una invenzione della magistratura e l’equazione tutti colpevoli nessuno colpevole non sia mai praticabile – penso anche che abbiano pesato la sua smisurata voglia di rivalsa contro il pci, che insieme al suo cinismo nel perseguirla siano all’origine delle scelte che hanno portato alla sua rovina, e alla scomparsa di fatto del movimento socialista in Italia.
    Non è il caso di beatificare nessuno.
    E’ triste se mai pensare, col senno di poi, che la caduta del muro anziché essere portatrice di una compattazione della sinistra, sia stata occasione, a causa di scontro di personalità , di una frattura insanabile.