Una Banca “che crea valore”, Carisp premiata al Milano Finanza Global Award 2009

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print
  • Le proposte di Reggini Auto

  • – La Cassa di Risparmio di San Marino è ufficialmente tra i “creatori di valore” meritevoli di essere premiati da “Milano Finanza”. Lo ha deciso Class Editori, la prestigiosa azienda che pubblica, tra gli altri, il quotidiano economico e che ieri sera nell’ambito dei “Milano Finanza Global Awards 2009”, ha consegnato il riconoscimento al presidente della Carisp, Gilberto Ghiotti. La cerimonia, che si è tenuta presso The Westin Palace di Milano, ha visto la consegna nel corso di un charity dinner i cui proventi saranno devoluti a favore della Fondazione Umberto Veronesi e ha premiato le aziende e i personaggi del mondo bancario, finanziario e della comunicazione che hanno realizzato le migliori performance nell’anno appena concluso.
    Alla Carisp è stato riservato l’Award “Creatori di Valore” ottenuto dalle banche che hanno attuato le migliori performance patrimoniali e di efficienza. Nella stessa categoria hanno ricevuto il riconoscimento, il presidente di Ivano Spallanzani della Banca di Sassari, il presidente di Crediveneto Alessandro Belluzzo; il Ceo di Unicredit Consumer Financing Raffaele Cicala; il direttore di Rete Foranea Giovanni Dal Maschio per Banca Carige; il presidente del Consiglio di amministrazione di Banca Popolare del Lazio, Giulio Pizzuto: il direttore generale di Banca Popolare di Lanciano e Sulmona ,Guido Serafini.
    Durante la serata il gruppo editoriale Class ha consegnato anche altri quattro tipi riconoscimenti. Si tratta del “Premio Milano Finanza”, dedicato ai fondi comuni di investimento italiano e alla Sicav estere che hanno ottenuto il massimo del rating di “Milano Finanza”, “Mf Innovazione Award”, riservato ai prodotti e servizi finanziari che meglio hanno risposto alle esigenze del mercato. E’ stato assegnato anche il “Premio Guido Carli”, destinato ai banchieri che hanno meglio interpretato la mentalità e l’azione dei Lombard, gli uomini del Rinascimento che dettero inizio all’attività della banca moderna, operando con creatività finanziaria e spirito di avventura. Ultimo del gruppo, il “Premio Leone D’Oro” che viene consegnato alle società e alle agenzie che si sono distinte nella comunicazione finanziaria, istituzionale, corporate e di prodotto per creatività e mix di comunicazione.
    Tra i presenti all’evento e premiati con il “Guido Carli” per Mediolanum Ennio Doris, per Intesa San Paolo Gaetano Miccichè, per J.P. Morgan Federico Imbert Rothschild e Stefano Marmaglia. Ma anche Giuseppe Mussari e Antonio Vigni per Monte dei Paschi di Siena, Vittorio de Stasio per Barclays Italia, Emilio Zanetti (Banchiere dell’anno) per UBI Banca Alessandro Azzi (Banchiere dell’anno) per Federcasse e Giuseppe Recchi per GE Capital – Interbanca. Ai convenuti è giunto un messaggio del governatore di Bankitalia, Mario Draghi.