SAN MARINO INTERNATIONAL ARTS FESTIVAL

  • Le proposte di Reggini Auto

  • Festival dei Giovani Saperi San Marino – 22/23 agosto 2009 La magia della danza contemporanea con TITANZ
    La compagnia di danza sammarinese presenterà la nuova produzione Frame
    Nuova anticipazione sulle partecipazioni del Festival dei Giovani Saperi, che si terrà sabato 22 e domenica 23 agosto nel centro storico di San Marino.
    Tra le più attese c’è sicuramente quella della compagnia di danza sammarinese Titanz, che presenterà la nuova produzione Frame. Ricordi e immaginazione nel processo creativo sono gli elementi attraverso cui si sviluppa questo spettacolo che raccoglie in sè estratti di repertorio della compagnia Titanz, tratti da ‘Apple’, ‘Battisia’, ‘Snow’, e ‘In Reletion’.
    I sensi hanno la capacità di riportare alla mente ricordi e immagini del passato. Se un senso viene stimolato a rievocare un ricordo, subito anche gli altri ricordi legati ad altri sensi tornano a galla. Ecco perché un oggetto familiare ha il potere di riportare alla mente l’immagine dettagliata di un momento del passato. L’immaginazione è la facoltà creativa presente negli uomini, la capacità di rielaborare visioni, ricordi, sensazioni e creare immagini. Il corpo e la mente lavorano all’unisono e la danza diventa la forma attraverso cui vengono comunicate le immagini.
    In scena ci sono quattro sedie, ognuna appartiene a un personaggio, frutto dell’immaginazione del coreografo. Ogni personaggio ha una sua identità, appartiene ad un ambiente specifico e interagisce con un elemento o un oggetto, finché non riporta alla mente un ricordo. Su questo elemento si ferma il focus del personaggio e dell’intera scena teatrale. La realtà si blocca per un istante creando un fermo immagine sui protagonisti della scena.
    Sul fermo immagine partono le videoproiezioni, una finestra sulla mente del personaggio, e narrano i ricordi evocati dall’oggetto. Un terzo momento si apre dopo la proiezione: l’immaginazione del personaggio rielabora il ricordo e lo trasforma in danza. Esaurito il ricordo la scena si rianima per fermarsi nuovamente su un altro personaggio, un altro ricordo, un’altra proiezione, un’altra danza. L’intento è di creare mini performances, assoli, passi a due e danze di gruppo, introdotte da corti videoproiettati, che possono essere apprezzate dal pubblico in toto, anche singolarmente, non obbligandolo a seguire lo spettacolo dall’inizio alla fine, quindi adatto ad un evento come il festival.

    ‘Frames’
    Direzione artistica: Emanuele Cervellini, Vittorio Colella e Sara Muccioli
    Coreografie: Vittorio Colella Assistente alle coreografie: Sara Muccioli
    Danzatori: Vittorio Colella, Sara Muccioli, Emanuele Serrecchia
    Videoproiezioni e luci: Emanuele Cervellini
    Costumi originali: Emanuele Serrecchia
    Scenografia: Valeria Muccioli