SAN MARINO. Visita del Ministro degli Affari Esteri e del Commercio ungherese, Péter Szijjártó

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su email
Condividi su print
  • Le proposte di Reggini Auto

  • Il Segretario di Stato per gli Affari Esteri, Luca Beccari, ha accolto oggi la visita, a
    Palazzo Begni, del Ministro degli Affari Esteri e del Commercio ungherese, Péter
    Szijjártó, accompagnato dall’Ambasciatore ungherese presso la Repubblica, Ádám
    Zoltán Kovács e da una delegazione di diplomatici ed alti funzionari.
    L’incontro è avvenuto in un clima di assoluta cordialità e ha richiamato i vari
    ambiti di collaborazione in atto, sia a livello bilaterale che nel contesto
    multilaterale. Al centro del colloquio, il rafforzamento delle relazioni bilaterali e
    l’opportunità di avviare un negoziato per la definizione di un Memorandum
    d’Intesa per consolidare le relazioni in ambito economico, turistico e culturale.
    Un’ampia convergenza tra i due Responsabili della politica estera, si è inoltre
    registrata nel settore più propriamente finanziario, anche alla luce della ripresa
    economico-finanziaria che ha investito tutti gli stati europei e non soltanto, dalla
    quale è scaturita la proposta di una più stretta collaborazione tra istituzioni
    finanziarie di entrambi i Paesi.
    Il Ministro ungherese ha altresì assicurato il proprio sostegno convinto al percorso
    di maggiore integrazione della Repubblica che condurrà ad un Accordo di
    associazione con l’Unione europea. Ampio risalto, da parte ungherese, è stato
    riservato anche al settore della cooperazione in ambito universitario, con
    prevedendo specifiche opportunità per studenti dei rispettivi atenei. È stata
    inoltre valutata positivamente anche la proposta di promuovere investimenti nei
    due Paesi, attraverso un accordo che ne garantisca la promozione e protezione.
    Il Rappresentante della politica estera ungherese ha inoltre espresso parole di
    ammirazione e elogio nei confronti della peculiare identità storica e culturale della
    Repubblica, sottolineando l’opportunità che un piccolo Stato con tali tradizioni
    mantenga salde le proprie prerogative, pur nel percorso doveroso di
    internazionalizzazione e adeguamento alle regole e ai parametri adottati in
    ambito multilaterale.
    Il Ministro Szijjártó è stato successivamente ricevuto da una delegazione del
    Congresso di Stato composta dal Segretario di Stato alle Finanze, Marco Gatti,
    dal Segretario di Stato per l’Industria, Fabio Righi e dal Direttore di Dipartimento
    Filippo Francini in rappresentanza del Segretario di Stato per il Turismo, con i
    quali sono stati approfonditi i temi di rispettiva competenza in un’ottica di future
    collaborazioni.